Una Supernova che rilascia gli “elementi essenziali” della vita è uno spettacolo da non perdere



Si pensa che Cassiopeia A sia esplosa nel 1680. Quando questo accadde, vennero rilasciate massicce quantità di ogni elemento. Stando alle informazioni pubblicate dalla NASA, l’ossigeno era di gran lunga l’elemento più presente. L’elemento era troppo diffuso attraverso diverse energie perché i ricercatori potessero replicarlo nella simulazione.

Per misurarlo in massa, ci vorrebbero un milione di Terre per rappresentare quanto ossigeno fu rilasciato dall’esplosione. All’incirca tre volte la massa del nostro sole terrestre. Differenti telescopi che misurano spettri elettromagnetici sono stati anche in grado di misurare piccole quantità di carbonio, azoto, fosforo e idrogeno della supernova.

“Insieme alla scoperta dell’ossigeno, questo significa che tutti gli elementi necessari alla creazione del DNA, la molecola che trasporta l’informazione genetica, si trovano in Cas A”, ha affermato la NASA in un comunicato.

Mentre le Supernova esplose possono aver contribuito a generare la gran parte degli elementi del nostro sistema solare, non sono però l’unica fonte. Un post di Sloan Digital Sky Surveys, un gruppo che conduce scansioni e ricerche astronomiche, fa notare che anche le nane bianche forniscono elementi, così come anche le stelle che si fondono o muoiono, e le fissioni di raggi cosmici.

I RESTI DI CASSIOPEIA A 

Previous Article
Next Article