Pedofilia, Pell in carcere: revocata la libertà su cauzione


Pedofilia, Pell in carcere: revocata la libertà su cauzione

Il cardinale australiano George Pell

E’ stata revocata la libertà su cauzione al cardinale George Pell, dichiarato colpevole di abusi sessuali su due coristi di 13 anni quando era arcivescovo di Melbourne verso la fine degli Anni 90. Lo ha stabilito la County Court di Melbourne. Da stanotte Pell sarà detenuto nella Assessment Prison di Melbourne, in attesa della sentenza prevista per il 13 marzo.

Rischia 50 anni di carcere – Durante l’udienza è stato confermato che i cinque reati di cui il cardinale è stato dichiarato colpevole comportano un condanna massima di 10 anni ciascuno. A Pell era stata accordata la libertà su cauzione, dopo la sua incriminazione lo scorso dicembre, perché richiedeva un intervento chirurgico alle ginocchia.

Il verdetto di condanna della giuria della County Court dello Stato di Victoria è stato emesso l’11 dicembre dopo oltre due giorni di deliberazione, ma reso pubblico solo martedì, una volta decaduto l’ordine di riservatezza emesso in proposito.

Gli abusi – Pell, all’epoca 55enne, avrebbe molestato due giovani coristi dopo che avevano servito messa nella cattedrale di San Patrizio a Melbourne nel 1996, città di cui era vescovo. La giuria lo ha anche dichiarato colpevole di aver aggredito in modo indecente uno dei minori in un corridoio più d’un mese dopo.



Previous Article
Next Article