Orione: quante stelle puoi vedere?



Cieli di prima classe

Nonostante la densità della sua popolazione, parte del Regno Unito – come il Galles e gli altipiani della Scozia – hanno una percentuale d’inquinamento molto bassa dovuta alla bassa concentrazione di abitazioni. Nel Sutherland, lontano nord della Scozia, c’è una densità di popolazione di solo 5 persone per chilometro quadrato. Il Regno Unito ha cinque parchi al buio e cinque aree sono state nominate riserve del cielo scuro: le Brecon Beacons, Exmoor, Snowdonia, Cranborne Chase nel Wiltshire, e la riserva di Moore nelle South Downs – che prende il nome dall’astronomo Sir Patrick Moore. Le ultime cinque fanno parte di un totale di solo 13 aree di questo tipo dove la limpidezza del cielo notturno, e gli sforzi proattivi messi in atto per mantenerla tale, combaciano con gli standard della Dark Skies Association che ha sede in Arizona.

Ma mentre queste zone rurali traggono beneficio dalla bassa densità di popolazione, nelle città la situazione è leggermente più offuscata – luoghi dove l’illuminazione industriale, le luci mal inclinate o accese in maniera persistente durante tutta la notte hanno effetti indesiderati su tutto il vicinato. “Ben lontano dalle luci della città al buio, potreste vedere più di 3000 stelle nel cielo notturno, e il pallido e sfocato ovale della Galassia di Andromeda, la cui luce ha impiegato più di 2 milioni di anni per arrivare qui” dice Bob Mazin. “Da un sobborgo tipo, invece, siccome gran parte delle luci sono direzionate male o troppo luminose, potreste vedere un paio di dozzine di stelle”.

LO STRAORDINARIO SPETTACOLO DELL’AURORA BOREALIS VISTA DALLO SPAZIO

Previous Article
Next Article