Nuova Zelanda, cade dalla barca a vela: si salva grazie ai suoi jeans



Si è salvato dalle acque dell’Oceano grazie ad un paio di jeans. Ha dell’incredibile l’avventura del velista tedesco trentenne Arne Murke. E’ cauduto in acqua mentre navigava al largo delle coste neozelandesi, a bordo di un’imbarcazione di dodici metri che, insieme al fratello. Stava andando dalla Nuova Zelanda verso il Brasile. Poi un movimento improvviso, il piede si impiglia in una cima, lui balza fuori dall’imbarcazione e si trova a dover affrontare le onde in mare aperto senza appigli. “Per fortuna conoscevo il trucco militare che consiste nel trasformare i pantaloni in un galleggiante”, racconta Murke, “ho annodato il fondo dei jeans, ho preso un bel respiro, e grazie a loro, sono ancra vivo”.

Ci sono volute tre ore e l’intervento di un’equipe di emergenza che dall’alto di un elicottero è riuscita a trarlo in salvo. Arne, che è papà di una bimba di dieci mesi, una volta rientrato sulla terraferma ha dichiarato: “Non potevo permettere che la mia bambina cescesse senza un padre”. Una determinazione che, insieme ai suoi jeans, gli ha consentito di sopravvivere.



Previous Article
Next Article