Nissan IMs, la futura berlina è già tra noi







Potenze spaventose e autonomia di oltre 600 km

Un mondo connesso. Dove la connessione non è solo quella a Internet ma alle reti dʼenergia, che permettono a veicoli e abitazioni domestiche o uffici di scambiarsi i loro quantitativi dʼelettricità. A pensarlo un mondo così, ormai da anni, è Nissan e la sua strategia “Nissan Intelligent Mobility esposta al CES di Las Vegas prima e al Naias di Detroit poi.

Il nuovo prototipo di berlina sportiva di lusso IMs è lʼespressione di questa filosofia progettuale. La IMs non è soltanto una bella berlina 4 porte dal carattere dinamico e futuristico, ma è anche lʼinterprete del modo di essere delle Nissan future: a trazione elettrica al 100%, a guida autonoma (ma anche manuale, se il pilota preferisce) e ovviamente connessa. Un futuro per nulla lontano, perché le tecnologie sono tutte attualissime e la concept IMs è destinata presto a trasformarsi in un modello di serie. Forse non con i sedili anteriori orientabili e la seconda fila modulare, ma anche qui è solo una questione di tempo per vedere queste soluzioni dentro le nostre automobili.

Come già la Leaf, best-seller mondiale tra i veicoli elettrici, anche la IMs avrà una trazione al 100% elettrica, con la batteria collocata sotto la scocca e ciò determina un assetto più alto da terra della vettura. I motori elettrici sono due, uno anteriore e uno posteriore, alimentati da una batteria da 115 kWh a ricarica rapida, che eroga la spaventosa potenza di 489 CV (360 kW) e una coppia massima di 800 Nm, subito disponibile. Una vera supercar elettrica, che potrebbe dire la sua nel campionato di Formula E, con in più la qualità della trazione integrale e delle sospensioni pneumatiche.

Ad ogni modo le doti della vettura non sono soltanto prestazionali: l’autonomia di marcia della concept IMs è stimata da Nissan in 622 km con una sola carica, quindi una fruibilità pari a quella di una berlina tradizionale servita da un pieno di benzina.



Previous Article
Next Article