Migliaia di manifestanti in Venezuela, Maduro: “Fallito il colpo di stato”


Migliaia di manifestanti in Venezuela, Maduro: "Fallito il colpo di stato"


Nel giorno delle grandi manifestazioni di piazza in Venezuela, con migliaia di sostenitori scesi in strada per sostenere da una parte Nicolas Maduro e dall’altra il capo dell’opposizione Joan Guaidò, il presidente ha dichiarato davanti alla folla che “il colpo di stato è fallito, e non se ne rendono nemmeno conto”. Guaidò ai suoi sostenitori ha invece dichiarato: “Maduro è rimasto completamente solo”.

Nel giorno della manifestazione convocata a Caracas per il ventesimo anniversario dell’arrivo al governo di Hugo Chavez, Maduro ha detto: “Siamo in pace, abbiamo vinto con la pace, li abbiamo sconfitti”. Ad ascoltarlo c’erano decine di migliaia di persone, la maggioranza vestite con l’uniforme delle Milizie bolivariane. “Le forze armate – ha aggiunto – sono ogni volta più leali e compromesse con la rivoluzione bolivariana”.

Maduro ha poi detto che conferma “tutto l’appoggio a iniziative di dialogo” per risolvere la crisi venezuelana, promosse da Bolivia, Messico, Uruguay e dalla Comunità dei Caraibi. “Dove, quando e come vogliono, io sono pronto – ha spiegato -. La priorità è la ricostruzione economica” e i primi punti in un’eventuale agenda di dialogo sono “la fine delle sanzioni e del furto dei nostri asset da parte degli Usa e il rispetto della pace e della giustizia”.

Guaidò: “Maduro è solo” – Il suo oppositore Guaidò, dopo aver dichiarato che Maduro è rimasto completamente solo, ha poi chiesto alle forze armate di “pronunciarsi a favore della Costituzione, dell’assistenza umanitaria, del cambiamento, per la tua famiglia, il tuo Paese e l’onore della Forza armata nazionale”. Parlando alle decine di migliaia di persone riunite a La Mercedes, ha poi affermato: “Oggi il Venezuela sorride di un sorriso che nasce dalla speranza che riusciremo a cambiare il Paese”.

Due aerei pronti per Maduro – Inoltre, è intervenuto anche il generale dell’Aeronautica militare venezuelana Francisco Esteba Yanez Rodriguez dicendo che, se la situazione dovesse precipitare, Maduro “ha a sua disposizione due aerei pronti ad ogni ora”, per cui “è ora che se ne vada”. Rodriguez, che si è schierato con Guaidò, ha ribadito che il 90% delle forze armate non sta con Maduro, “ma con il popolo”.



Previous Article
Next Article