LiveWire, lʼera seconda di Harley-Davidson







Al CES 2019 la premiere. Costa 34.200 euro

Il mito di solito fa i conti col passato, per non tradirlo, ma Harley-Davidson (un vero mito!) non vuol più guardare soltanto allʼindietro e al CES di Las Vegas svela tutti i dettagli di LiveWire, la sua moto a trazione elettrica. Di lei sappiamo già molte cose, ma adesso Harley-Davidson diffonde i dettagli, le specifiche tecniche e persino il prezzo: 34.200 euro. Prime consegne già entro questʼanno.

Dopo 115 anni di storia, a incarnare il mito dellʼAmerica su due ruote, una leggenda come Harley-Davidson può permettersi sfide così moderniste. Perché tutto sommato lʼAmerica è ancora un Paese giovane, dove i Millennials dettano agli adulti le abitudini di consumo dei prossimi anni. Un pubblico nativo digitale, abituato a essere sempre connesso e non soltanto a Internet, ma anche alla presa di corrente. Per loro una moto elettrica è unʼopzione plausibile, quasi antagonista rispetto a padri e nonni che dovevano scaldare il motore con carburanti liquidi e gli oli alla giusta temperatura. Una generazione per cui la frizione (e il saperci giocare con destrezza) non è affatto necessaria.

La moto elettrica LiveWire rappresenta il futuro di Harley-Davidson. Neanche rinuncia alle doti che un centauro cerca sempre in una moto: piacere di guida, agilità, prestazioni e scatti (e qui le accelerazioni sono ancora più repentine). In poco più di tre secondi mezzo questa moto passa da 0 a 100 orari, per una coppia massima che è quasi subito disponibile nella sua interezza. Senza cambi di marcia, senza stacchi di frizione. Per non parlare dellʼottima autonomia di marcia: a batterie cariche e nel ciclo urbao, la LiveWire può fare fino a 180 chilometri. Di serie sono poi il Controllo elettronico del telaio e la Frenata assistita in curva con ABS e Controllo di trazione.

Guardando in prospettiva, da qui al 2027, lʼazienda del Wisconsin vuol essere leader al mondo nel settore delle moto elettriche, quando una nuova generazione di motociclisti entrerà in scena. Prima che marchi giovani ‒ come la californiana Zero Motorcycles, un decennio soltanto di storia alle spalle ‒ catturino troppo i cuori e le menti dei futuri centauri. Inoltre, grazie ai servizi H-D Connect, la LiveWire è in grado di collegare da remoto il proprietario e la moto, attraverso unʼunità di controllo telematica a tecnologia LTE abbinata a servizi di connettività via cloud. I dati raccolti vengono poi trasferiti via app allo smartphone del motociclista.



Previous Article
Next Article