Le fasi lunari sono le stesse in tutta la Terra? #Sapevatelo



Cerchiamo di dare una spiegazione dettagliata. La Luna è dotata di un moto di rivoluzione intorno alla Terra di 27,3 giorni. Ma, nel frattempo, la Terra si muove intorno al Sole e, la composizione dei due moti fa si che il tempo che intercorre tra due momenti di uguale fase lunare non sia di 27,3 giorni, ma diventi di 29,5 giorni. Quindi, dal momento in cui la Luna parte dal punto A con una certa fase, al momento in cui ritorna ad avere la stessa fase, trascorrono 29,5 giorni.

Osservando la figura qui sopra si vede che per passare dal punto A in cui la Luna è al primo quarto, al punto C, in cui si ha la Luna piena, essa impiega un quarto dei 29,5 giorni, poco più di 7 giorni. In un giorno, 24 ore, percorre un settimo del percorso AC, muovendosi dal punto A al punto B e si vede chiaramente che durante queste 24 ore le condizioni di illuminazione da parte del Sole variano di poco e, dalla Terra, essa apparirà sempre nel primo quarto. Durante le 24 ore, la Terra compie un giro completo intorno a se stessa e questo determina l’apparente moto della

Luna intorno a noi, con il suo sorgere e il tramontare. Mentre la Terra ruota intorno a se stessa, a turno, tutti gli abitanti del pianeta si troveranno di fronte alla stessa immagine della luna, che, nel caso della figura sarà quella del primo quarto e tutti gli abitanti della Terra vedranno la Luna nel primo quarto. Ciò significa che la fase lunare è la stessa in tutti i punti della Terra e non è possibile che in una località vi sia la luna piena e in un’altra il novilunio.

Attenzione però, perché la prospettiva cambia completamente se la stiamo guardando dall’emisfero nord o dall’emisfero sud. Immaginiamo di avere due uomini, uno a cavalcioni del polo nord e l’altro a cavalcioni del polo sud, che guardano un triangolo con un foro, situato all’altezza dell’equatore, che ruota intorno alla Terra come è stato riportato nella figura qui sotto. L’osservatore del nord vedrà il triangolo sorgere a destra e tramontare a sinistra, mentre quello del sud vedrà il triangolo sorgere a sinistra e tramontare a destra.

Non solo, anche la figura del triangolo appare differente ai due osservatori. Infatti dal nord esso appare con la punta in alto, la base in basso e il buco situato in basso a destra, mentre dal sud il triangolo appare con la base in alto, la punta in basso e il foro in alto a sinistra. È facile vedere che si può passare dalla visione del nord a quella del sud con due capovolgimenti successivi del triangolo: un capovolgimento alto-basso seguito da un capovolgimento destra-sinistra. Ritornando al primo quarto di Luna, ed effettuando i due capovolgimenti, si ottiene come appare il primo quarto di luna agli uomini dell’emisfero boreale e a quelli dell’emisfero australe (figura sotto).


 

Previous Article
Next Article