LA TOMBA DI RE ERODE



Gran parte del successo di Erode il Grande come governatore è legato ai suoi legami amichevoli con i Romani. Settant’anni dopo la sua morte, però, i ribelli giudaici sfidarono apertamente il dominio romano. Dopo aver conquistato Gerusalemme nel 70 d.C., le forze romane attaccarono Masada, la spettacolare fortezza del Mar Morto (in foto), dove si era radunato un migliaio di ribelli. Circa 15.000 soldati avevano assediato la cittadella per quasi due anni, prima di riuscire a sfondare le difese. I ribelli, chiamati Zeloti, probabilmente preferirono suicidarsi piuttosto che essere catturati.

Fotografia di JAMES L.STANFIELD

Previous Article
Next Article