I luoghi della missione archeologica italiana “Land of Nineveh”


La spedizione archeologica dell’Università di Udine, che coinvolge ogni anno circa 25 specialisti (archeologi, topografi, restauratori, archeobotanici, palinologi, esperti GIS) e diversi studenti, ha consentito al team di scoprire e mappare ben 1100 siti archeologici nel Nord dell’Iraq.
Grazie alle riprese con droni, a ortofoto, allo studio della ceramica e agli scavi stratigrafici, è stata ricostruita la storia dell’insediamento e della demografia della regione, dalla Preistoria al periodo ottomano, che risulta essere una delle zone della Mesopotamia con la più alta densità di siti archeologici (0,7 per chilometro quadrato)

Previous Article
Next Article