Gilet gialli ancora in piazza, nuovi scontri a Parigi | Insultato il filosofo Finkielkraut: “Sporco ebreo”



Il movimento dei gilet gialli è tornato in piazza a Parigi creando nuove tensioni e scontri con la polizia. Le forze dell’ordine hanno deciso l’evacuazione per motivi di sicurezza della spianata degli Invalides, a pochi passi dalla Tour Eiffel. Su Twitter è stato postato un video in cui si vede un gruppo di manifestanti che, dopo aver incrociato il filosofo e accademico Alain Finkielkraut, ha iniziato a insultarlo con frasi come “sporco ebreo”.

La partecipazione alle manifestazioni è ancora in ribasso ma la violenza è sempre presente: secondo le cifre rese note dal ministero dell’Interno, i gilet gialli in tutta la Francia sono per il 14esimo fine settimana consecutivo 41.500, contro i 51.400 della settimana scorsa. A Parigi, i manifestanti sono 5mila.

La tensione è alta attorno agli Champs-Elysees, dove alcune centinaia premono per accedere. Ma la polizia, che blinda la grande avenue dopo le devastazioni delle settimane scorse, li tiene a distanza.

“Grida a filosofo Finkielkraut: “Sporco ebreo” – “Sporco ebreo”, “sporco sionista”, “la Francia è dei francesi”, “Palestina” e “il popolo ti punirà”. Queste le grida che si sentono in un video postato su Twitter in cui si vede un gruppo di gilet gialli che incrocia oggi nelle strade di Parigi il filosofo e accademico Alain Finkielkraut e prende a insultarlo. Le grida sono estremamente aggressive, il gruppo si infoltisce e si fa più minaccioso fino a quando Finkielkraut viene preso per un braccio da una persona che lo invita ad allontanarsi. Il gruppo lo insegue per qualche metro, alcuni con il volto coperto da un passamontagna nero mentre le grida si fanno più forti e numerose.
 



Previous Article
Next Article