Foto Roma, l’inaugurazione del tempio dei mormoni – 1 di 15



Il tempio di Roma della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni visto dal centro visitatori

È stato inaugurato lunedì 14 gennaio a Roma, in via di Settebagni, quasi a ridosso del Grande Raccondo Anulare, il primo tempio italiano dedicato ai fedeli del culto della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni, meglio noti come mormoni. Si tratta del centosessantaduesimo tempio di questo credo al mondo, il dodicesimo in Europa, punto di riferimento di una comunità che nel nostro paese conta circa 26mila seguaci.

La costruzione del tempio, alto oltre 18 metri, 40 considerando la guglia più alta, per quasi 4.000 metri quadrati di cubatura, ha avuto inizio il 23 ottobre 2010. Il 25 marzo 2017 sulla guglia est è stata deposta la statua del profeta Moroni. 

Il complesso copre circa 6 ettari di superficie, il più grande in Europa, e prevede oltre al tempio anche un edificio polifunzionale, un centro visitatori, una biblioteca e una foresteria, oltre ad una grande piazza realizzata in marmo e travertino, concepita sul modello di un foro romano, con fontane e giochi d’acqua, aree verdi, aiuole fiorite e ulivi secolari.

Un’opera imponente, dunque,  portata a termine da una ditta italiana, la Cg Edilcoop, con materiali di pregio, come il granito sardo per gli esterni, e finiture extralusso: vetrate artistiche (prodotte negli Stati Uniti), pitture decorative, soffitti decorati in foglia d’oro, boiserie, lampadari di Murano.

I costi  però non sono noti. Quella mormone è una chiesa ricca, anzi ricchissima, sostenuta dai versamenti di un decimo del guadagno di ognuno dei circa 16 milioni di fedeli (dati della Chiesa) sparsi in oltre 150 nazioni.  “Paghiamo tutto di tasca nostra – spiegava il portavoce romano, Alessandro Dini Ciacci, in un articolo-inchiesta di Repubblica – e quindi non divulghiamo i conti delle nostre operazioni”.

Il tempio sarà ufficialmente aperto al culto da marzo. Da quel momento in poi, potranno accedervi solo i fedeli della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli ultimi giorni, o coloro in possesso di permessi speciali. Gli altri spazi, invece, saranno aperti a tutti.
Per interessati e curiosi sarà possibile vedere il tempio dal 28 gennaio a sabato 16 febbraio con visite gratuite giornaliere (domeniche escluse).
 

 

Previous Article
Next Article