Esplorando Marte | National Geographic



Il primo foro nel Monte Sharp era largo meno di un centimetro e mezzo, ma ha svelato una grande quantità di informazioni. Il campione, infatti, conteneva ematite, un ossido del ferro che fa pensare che un tempo, su Marte, ci fossero le condizioni chimiche necessarie per lo sviluppo dei microbi.

Fotografia di NASA/JPL-CALTECH/MSSS 

Previous Article
Next Article