BMW apre la primavera con la nuova Serie 3







Settima generazione della berlina entry level

Evolvere senza scuotere le basi di un successo ultra-decennale. La BMW Serie 3 è in produzione da 40 anni (15 milioni di pezzi venduti nel mondo!) e adesso si rinnova con la generazione numero 7, in cui lʼimpronta stilistica resta intatta ma tutto il resto cambia. Con sapienza tipicamente teutonica.

Piccole berline crescono… a meraviglia

La berlina dʼaccesso alla gamma BMW è prima di tutto più grande, 85 mm in più in lunghezza, che significa andare oltre i 4,7 metri, e per essere la berlina piccola del brand è tanta roba. Anche perché si ampliano le carreggiate ed è quindi più stabile su strada alle alte velocità e al tempo stesso più spaziosa dentro, ma è anche più leggera di 55 kg e con un baricentro basso che ne esalta il piacere di guida. Lʼaspetto estetico che più evolve concerne la fiancata, resa più dinamica dalle due linee sul pannello laterale, mentre da record è il Cx aerodinamico di 0,23.

La nuova Serie 3 ha di serie i fari Full LED e a richiesta ci sono pure i Laserlight BMW, con un raggio di visibilità che arriva fino a 530 metri. Tutto ridisegnato è lʼabitacolo, con cruscotto e plancia più funzionali. Il pulsante Start/Stop per l’accensione è ora posizionato nel pannello di controllo di nuova concezione, collocato nel mezzo della consolle centrale. La leva del cambio è accanto all’iDrive Controller e ai tasti per attivare il Driving Experience Control. Il lancio in Italia è previsto a marzo, 5 le motorizzazioni ‒ due benzina e tre diesel ‒ per potenze che vanno da 150 a 265 CV. Prezzi a partire da 40.500 euro fino ai 59 mila della BMW 330i M Sport.

Nello speciale motori anche la nuova BMW Serie 3 berlina



Previous Article
Next Article