Home » Spazio news

In alto i glutei!

glutei

Muscoli fondamentali per la stazione eretta, che si azionano nel passaggio dalla posizione seduta a quella eretta, nel salire le scale, nel camminare in salita ma non necessariamente nel camminare in piano, nel correre e nel saltare, i glutei sono composti da tre muscoli: grande, medio e piccolo gluteo. Negli ultimi anni è notevolmente aumentata la richiesta di interventi allo scopo di migliorarne l'aspetto. Il chirurgo plastico estetico ha quattro opzioni: il riempimento con acido ialuronico ad alto peso molecolare, la gluteoplastica mediante autotrapianto di grasso o liposuzione, il lifting del gluteo e la gluteoplastica mediante impianto di protesi glutee. Queste tecniche possono anche essere combinate tra loro.

 

L'acido ialuronico

 

Il riempimento con acido ialuronico rappresenta un'ottima alternativa per ottenere risultati molto naturali. Tale procedura consente di rimodellare i glutei in poco tempo a livello ambulatoriale con ripresa immediata della vita sociale. L'acido ialuronico utilizzato è ad alta densità, perciò il tempo di riassorbimento sarà molto lungo (anche 2 anni). Inoltre, prima di attendere un completo riassorbimento di tale materiale, sarà possibile effettuare dei richiami per iniettare quantità minori dello stesso materiale allo scopo di mantenere il risultato ottimale. Una proprietà dell'acido ialuronico è quella di essere una sostanza idrofila cioè con la capacità di richiamare acqua determinando una buona idratazione dei tessuti.

 

La liposcultura

 

Con la liposcultura invece è possibile rimuovere definitivamente i depositi di grasso e a rimodellare la parte trattata. Si utilizzano piccolissime incisioni cutanee e sottili cannule che aspirano i lobuli di grasso. Il lipofilling (lipostruttura) prevede il prelievo, dallo stesso soggetto, di piccole quantità di grasso che, opportunamente purificate, vengono infiltrate nelle zone dove i glutei accusano vuoti di volume. In questo modo è possibile scolpire la forma del gluteo, slanciandone la figura e mettendone in risalto i contorni. La durata dell'operazione varia da una a due ore, a seconda dell'estensione delle aree da trattare. Se eseguita in anestesia locale viene disposta la dimissione in giornata; in caso di anestesia generale o spinale è prevista una notte di degenza. Il risultato dell'intervento non dipende tanto dalla quantità di grasso aspirato, quanto dalla capacità della pelle di rimodellarsi e di adattarsi ai muscoli sottostanti. Talvolta viene programmato un secondo lipofilling a distanza di circa 6 mesi dal precedente per avere un risultato soddisfacente e stabile.

 

Il lifting dei glutei

 

Con il lifting dei glutei abbiamo la possibilità di rimodellare la regione dei fianchi e dei glutei mediante la rimozione della pelle in eccesso e il sollevamento di tutta la regione glutea. Si tratta di un intervento principalmente indicato se il chirurgo valuta che le condizioni elastiche della pelle non consentano di avere un buon risultato con la sola liposcultura. È eseguibile in anestesia locale o generale e richiede un ricovero in day hospital o di una notte in clinica a seconda dei casi. La cicatrice può essere più o meno estesa, comunque può essere nascosta facilmente sotto il costume da bagno o lo slip.

 

L'innesto di protesi

 

Infine con il posizionamento di protesi abbiamo la possibilità di incrementare il volume e la forma dei glutei. Vengono utilizzate protesi in gel di silicone, specifiche per l'uso e più robuste delle normali protesi mammarie. Tra gli impianti a diposizione si distinguono due tipi di forma: quelli ovali e quelli rotondi, in base ai gusti del paziente e all'aspetto generale del bacino e del gluteo. Esistono inoltre diverse dimensioni e spessori per garantire la migliore personalizzazione possibile.

 

Le protesi vengono inserite nella parte più alta della regione glutea, in modo da non interferire con la posizione seduta, normalmente attraverso un'unica incisione verticale di 6-7 cm, nella parte superiore del solco intergluteo. Altri tipo di accessi (meno comuni) sono posti nei solchi alla base dei glutei, oppure in alto, al limite superiore del gluteo. L' intervento si esegue in anestesia generale o epidurale ed ha una durata di circa due ore. Al termine viene applicata una medicazione compressiva da mantenere per 7 giorni. I drenaggi, necessari per evitare che si formino raccolte di sangue o siero, vengono rimossi a 5-7 giorni dall'intervento. In seguito è fondamentale indossare una guaina elastica per ulteriori tre settimane. Per due settimane è necessario evitare di dormire in posizione supina, mentre è possibile sedersi a partire dal secondo giorno postoperatorio. L'esercizio fisico può essere ripreso dopo almeno un mese dall'intervento. La durata di vita dell'impianto è di circa 15 anni.

 

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC