Home » Spazio news

Per difendersi dal freddo e prevenire la febbre

influenza e nutrizionePerché d'inverno è più facile “prendersi la febbre”? Perché Il virus dell'influenza si sviluppa tra i 16 e 22 gradi. Al di sopra di questa temperatura, quindi, non sopravvive e non può attaccare il nostro organismo. L'aria fredda dell'inverno invece permette lo sviluppo dei germi presenti nel sistema respiratorio e anche del virus influenzale pronto ad attaccare il nostro organismo appena vede un abbassamento delle difese immunitarie.

Per fortuna, ci vengono in aiuto i cibi termogenici, ovvero quegli alimenti in grado di proteggerci dal freddo perché stimolano la produzione di calore interno. Per prima cosa, il classico brodo di pollo o di gallina ha questo effetto. Poi ci sono tutti quei cibi calorici, come sughi, condimenti, olio, burro, usati ovviamente con parsimonia. Non è l'uso ma l'abuso che fa male. I cibi grassi fanno ingrassare se si esagera, ma se si mangiano con buon senso e moderazione non ci fanno prendere chili in più e ci difendono dal freddo. Le verdure crucifere, ovvero i vari tipi di cavolo, l'aglio, la cipolla, il peperoncino, il tè e il caffè hanno tutti un effetto termogenico.

Contemporaneamente, però, dobbiamo pensare anche a rafforzare le nostre difese immunitarie con cibi ricchi di vitamine e antiossidanti, in particolare vitamina C, zinco e ferro. In questo la natura ci dà una mano, perché proprio la frutta e la verdura tipica di questi mesi è quella adatta allo scopo. Per cui, ancora una volta, ricordiamo l'importanza di scegliere quella offerta dalla stagione, in particolare agrumi, broccoli e verza.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC