Home » Spazio news

L'estate è servita… a tavola!

dieta per estateIl nostro nutrizionista Ivo Pulcini ci insegna a mangiare bene durante l'estate per nutrirci in maniera corretta e sentirci sempre in forma.

Quale tipo di alimentazione è consigliabile nel periodo estivo?

Il motivo per cui si mangia non è soltanto per nutrirsi, ma anche per agevolare la termoregolazione. Il nostro corpo ha bisogno di mantenere la stessa temperatura: quando subisce variazioni termiche sorgono problemi, perché l'organismo si indebolisce, si abbassano le difese immunitarie e ci si ammala. Per questo, d'inverno è consigliabile aumentare il consumo di cibi calorici, mentre d'estate, per disperdere il calore in eccesso, occorre bere molto e preferire piatti freddi e leggeri. La regola che vale per tutti è una in particolare: mangiare quando si ha fame, dormire quando si ha sonno, ma bere anche quando non si ha sete! Ciò vale soprattutto per gli anziani, perché perdendo lo stimolo della sete non si accorgono che il loro corpo si sta disidratando, si dimenticano di bere e la perdita di potassio può causare gravi problemi. Per tutti questi motivi, mentre d'inverno si può anche esagerare con il cibo (ma solo qualche volta), d'estate consiglio di seguire una dieta leggera ricca di frutta e verdura perché ottima fonte di sali minerali e acqua. Vanno benissimo i piatti freddi, tipo insalata di pasta o riso, e almeno 400 g di verdure al giorno suddivise in cinque porzioni durante l'arco della giornata. E poi tanta frutta di stagione, possibilmente non esotica. È importante rispettare la stagione e il clima del luogo in cui ci si trova.

Che tipo di acqua dobbiamo bere in estate?

L'acqua deve essere liscia: è sempre meglio non esagerare con le bibite gassate, perché eliminano il calcio dalle ossa. Inoltre, meglio scegliere un tipo di acqua alcalina, cioè con un pH superiore a 7, perché aiuta a eliminare le sostanze tossiche, depurando l'organismo.

Cosa ne pensa invece degli integratori, quegli “energy drink” che vanno tanto di moda tra gli sportivi?

Chiariamo subito una cosa: sudare fa bene. Se seguiamo una dieta equilibrata, sia nella quantità che nella qualità, e ciò vuol dire variare spesso i cibi che mettiamo in tavola, non c'è bisogno di integrare le sostanze perse con la sudorazione attraverso prodotti specifici. Attraverso una giusta alimentazione, infatti, possiamo ottenere tutto ciò di cui abbiamo bisogno. Tutti i cibi fanno bene, è il loro abuso a creare danni. Sconsiglio di dare gli integratori ai bambini, mentre fanno bene a chi pratica sport, ma solo nei casi in cui dopo uno sforzo fisico si avverte una sensazione di astenia, debolezza o crampi muscolari. In questi casi, vanno bene per reintegrare i livelli di potassio, magnesio e vitamine, ma senza esagerare: chi abusa di bibite saline poi nel tempo sviluppa problemi di ipertensione.

D'estate molti di noi sostituiscono il pranzo con la frutta. È una buona abitudine?

Certamente! A patto di stare attenti a introdurre sempre il giusto apporto di calorie e non far mancare sostanze importanti per la nostra salute. Per esempio, potremmo iniziare la giornata con una colazione abbondante con latte o tè, fette biscottate e marmellata, verso metà mattina fare uno spuntino con uno yogurt, pranzo con frutta o anche un gelato a base di frutta, ma senza esagerare con la quantità. La sera, poi, si compensa con un bel piatto di pasta e un secondo a base di pesce e tanta verdura.

Quali cibi consiglia per favorire l'abbronzatura?

Mangiate melone e carote ricche di carotenoidi e vitamina A. Questa è importante, perché protegge anche la vista, sottoposta ai danni dei raggi UV. Con una dieta a base di frutta e verdura ricca di carotenoidi si ottiene un'ottima abbronzatura senza bisogno di ricorrere ad aiuti esterni come le tanto discusse “lampade”. Per fortuna, è da poco uscita una normativa che vieta l'uso di lettini abbronzanti ai minori di 18 anni. Io li sconsiglio a tutti. Molto meglio l'esposizione ai raggi solari, adottando sempre i giusti accorgimenti per proteggere pelle e vista dalle radiazioni dannose.

Per farci trovare pronti alla prova costume non basta la dieta, ma occorre anche l'attività fisica. Cosa ci consiglia in proposito?

Per prima cosa, cominciate con gradualità. Se durante l'inverno siete stati fermi e avete condotto uno stile di vita molto sedentario, muovervi un po' vi farà sicuramente bene, ma non esagerate! Fate un controllo medico per verificare il vostro stato di salute, in particolare del cuore. E poi indossate sempre un abbigliamento leggero, comodo e traspirante. Scegliete il tipo di calzatura più adatta all'attività sportiva che volete praticare... e via!

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC