Home » Spazio news

Sui limiti e sulle fobie

limiti e fobieLa nostra Identità si determina in base all'agire che ci struttura e che ci permette di capire chi siamo. Ma l'agire, affinché possa fornire Identità, necessita di limiti che, circoscrivendo le nostre azioni, ci salvano da quella illimitatezza in cui tutto diventa possibile tranne il riconoscersi.

Il mondo greco ad esempio era molto attento a trovare il “giusto limite”, mettendo in guardia da quella illimitatezza che rappresentava anzi la più atroce delle punizioni: Sisifo, ad esempio, fu condannato a spingere un pesante masso fino alla sommità di una collina che sistematicamente ricadeva a valle proprio quando stava per raggiungere la mèta in una routine eterna e senza fine, oppure Prometeo, condannato a farsi mangiare illimitatamente il fegato da un aquila, che continuamente gli ricresceva durante la notte.

Il mondo greco dunque conosceva l'importanza dei limiti, che sono sempre stati forniti, nel corso della storia, o dalla natura o dalla religione. Ma nel '700 avvenne un cambiamento radicale: si decise che non doveva essere più uno schema esterno a fornire limiti e quindi identità, ma bensì ognuno, privatamente, doveva reperirli all'interno di sé, in un lavoro spesso fallimentare che gettò l'uomo nella più assoluta solitudine chiamata individualismo.

E infatti oggi, come possiamo notare, abitiamo un mondo che sembra aver perduto i propri limiti dove tutto è concesso in modo illimitato, dove anche il tempo sembra essersi fermato in un eterno giovanilismo dove rughe, espressioni, lineamenti sono appiattiti in un orizzonte senza più confini.

E così quei limiti dimenticati, sembrano volersi imporre da sé diventando quei disagi così tanto diffusi nel nostro tempo, come le fobie vissute proprio come dei limiti forzati che “impediscono di...” , “che non consentono di....” quasi a ricordarci che senza limiti non potremmo mai strutturare un Identità e forse è proprio in questo che si nasconde il senso ultimo dei nostri malesseri.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC