Home » Spazio news

Tinte naturali durante la gravidanza

tinte capelli in gravidanzaUna delle domande più “scottanti” per chi è in dolce attesa è: si possono colorare i capelli? La risposta è sì, ma scegliendo rigorosamente i prodotti giusti. Per ricorrere a tinture chimiche permanenti a base di ammoniaca e additivi (che, in verità, sarebbero sempre da usare con moderazione) dovrete attendere la fine della gravidanza e dell'eventuale allattamento. Durante i nove mesi, invece, potete ricorrere a henné o camomilla.

L'henné è la sostanza naturale colorante più comune da utilizzare: non ha effetti tossici e regala splendidi riflessi color rame di varie sfumature a seconda del colore di partenza. Inoltre, questa sostanza prodigiosa è in grado di rinforzare ulteriormente i capelli, e grazie alla presenza dei tannini riduce l'untuosità e la forfora. Le colorazioni a base di camomilla sono perfette invece per chiome già chiare o che si vogliono schiarire.

Negli ultimi tempi, i parrucchieri più all'avanguardia puntano su linee di “prodotti green” anche per le tinte. Le più rinomate, henné a parte, sono a base di proteine vegetali, come quelle del grano, della soia e dell'avena e danno anche maggior volume. Dall'erborista o nei negozi biologici, se non volete ricorrere alla tinta vera e propria, potete trovare dei riflessanti leggeri che esauriscono il loro effetto nel giro di 4-5 lavaggi. Infine una buona notizia per le amanti dei colpi di sole: essendo fatti solo sulle lunghezze, non coinvolgono la cute e potete farne in gravidanza.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC