Home » Spazio news

Riflessologia: cos'è e come funziona

riflessologiaSebbene le origini storiche della riflessologia si possano far risalire a 5000 anni fa, è con un medico americano degli inizi del Novecento, William M. Fitzgerald, che nasce la sua visione moderna: una forma di medicina naturale che si impegna ad affrontare, senza l'uso di farmaci, diversi disturbi dell'organismo. Si basa sul presupposto che, comprimendo, massaggiando e stimolando varie zone del corpo, soprattutto localizzate sulle piante dei piedi, sul palmo delle mani e sulle orecchie, è possibile intervenire su organi e apparati ben distanti da questi punti, ma ad essi collegati da terminazioni nervose ed energetiche.

Come funziona
Partiamo dal presupposto che il legame tra i piedi, le mani e le orecchie e gli organi e le ghiandole del corpo avviene tramite linee longitudinali immaginarie che li mettono in relazione: considerate piedi, mani e padiglioni auricolari come riproduzioni in miniatura del corpo umano, in cui ogni piccola porzione della superficie esterna corrisponde a una certa parte del corpo. Stimolando quei punti, si otterrà di stimolare l'organo o la ghiandola corrispondenti.

Dal riflessologo
Quando ci si affida a un riflessologo, la durata del trattamento è di circa 30-40 minuti. Il trattamento prevede un ciclo di almeno 10 incontri, in media 1-2 volte a settimana, che diventeranno poi una seduta ogni 15 giorni e infine una al mese. La riflessologia è adatta sia agli adulti che ai bambini, ma non va praticata in presenza di patologie tumorali, né ai portatori di valvole cardiache o alle donne in fase iniziale di gravidanza.

riflessologia 2Esercizi da provare
Ecco qualche esercizio per alleviare dei disturbi comuni: in caso di torcicollo, provate a lavorare la base dell'alluce di entrambi i piedi, per poi ruotarlo e tirarlo; in caso di insonnia, prima di coricarvi massaggiate il polpastrello degli alluci, in senso ascendente con l'unghia messa di taglio, e in senso discendente premendo con la punta del dito. In caso di singhiozzo, provate invece con un movimento rotatorio del secondo dito su entrambi i piedi, e con sollevamento, trazione e flessione dello stesso dito, sempre su entrambi i piedi. 

Significativa esperienza è quella sui bambini: i dolori addominali per le coliche gassose (di cui vi parliamo a pag. 34) possono essere trattati con pressione e massaggio sotto le piante dei piedini, insistendo nelle aree appena sopra i talloni. Valido aiuto per le neomamme è anche un massaggio su entrambi i piedini (meglio se con olio di camomilla) se si manifestano disturbi del sonno. Dolori gengivali allo spuntare dei primi dentini? Massaggiate la base di tutte le dita dei piedi dei vostri bimbi.

Infine, quanti di voi hanno acquistato in farmacia i famosi “braccialetti” per la nausea da viaggio? Forse non sapevate che anche il loro funzionamento si basa sui principi della riflessologia: c'è infatti un punto, situato a tre dita dalla piega del polso, tra i due tendini palmari, in cui, con una pressione continua, si alleviano i sintomi della cattiva digestione, dell'acidità e della nausea anche dovuta a mal d'auto, mal di mare e mal d'aria.

Riflessologia istintiva
Vi è mai capitato di intrecciare e stringere forte le mani quando siete nervosi? Anche quella è una forma di riflessologia! Con quella gestualità, si andrebbero infatti a stimolare i punti sul palmo della mano che permettono di allentare gli stati d'ansia nel cervello. 

 

 

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC