Home » Spazio news

Intolleranza al latte, cos'è e come combatterla?

14/08/2015

intolleranza al latteAlcune persone non riescono a digerire lo zucchero contenuto naturalmente nel latte, cioè il lattosio (formato dall'unione del galattosio con il glucosio), a causa della mancanza o insufficienza dell'enzima lattasi. 

Se il lattosio arriva non digerito nell'intestino, viene fermentato dai batteri intestinali e si formano acidi, alcoli e gas che gonfiano la pancia e irritano la mucosa. Compaiono i disturbi classici dell'intolleranza: dolori addominali, gonfiori, flatulenze, diarrea. Per capire se si è intolleranti ci vuole ovviamente una diagnosi. 

In genere, anche chi ha il gene per la produzione di lattasi in età adulta presenta una sua minore efficienza con il passare degli anni. Per la diagnosi, occorre un breath-test per il lattosio. 

Ma si può ovviare all'intolleranza in qualche modo? Attualmente esistono sul mercato tipi di latte in cui, tramite vari procedimenti, il lattosio viene già scisso nei suoi due zuccheri base, galattosio e glucosio. È più appropriato utilizzare questi prodotti già pronti che non assumere per bocca l'enzima lattasi, perché il suo effetto può molto variare da persona a persona, mentre se il processo viene eseguito industrialmente può essere chimicamente controllato nel prodotto finale.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC