Home » Spazio news

Quanto sodio c'è nel sale da cucina?

30/07/2015

saleIl sale da cucina è un insieme di cristalli composti per il 60% da cloro e per il restante 40 % di sodio. Il sodio regola il volume del sangue: un suo eccesso provoca edemi e gioca un ruolo importante nella regolazione della pressione arteriosa. Inoltre, il sodio è coinvolto nel meccanismo di trasmissione dell'impulso nervoso e nella contrazione muscolare. 

Ma cosa succede se ne introduciamo troppo o troppo poco? Al giorno d'oggi è difficile avere una carenza di sodio, ma in certe occasioni, quali un'eccessiva introduzione di liquidi o perdita di sali (tramite sudorazione o diarrea), insufficienza cardiaca o renale, abuso di diuretici, possono manifestarsi i sintomi della sua carenza: confusione mentale, spasmi muscolari, convulsioni, stanchezza. Sembra che talvolta, il disturbo delle gambe senza riposo, sia dovuto a carenza di sodio.

I sintomi invece di un eccesso acuto di sodio sono: sete, mancanza di appetito, nausea, vomito, spossatezza. Mentre l' eccesso cronico di sale introdotto con la dieta è causa di ipertensione  e, conseguentemente, di un aumento del rischio di patologie cardiovascolari ed ictus

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC