Home » Spazio news

In gelateria, a cosa stare attenti?

29/07/2015

gelateriaIn città come nei luoghi di villeggiatura le gelaterie si moltiplicano; gli italiani sono grandi consumatori di gelato (ne mangiamo circa 6 chili l'anno!) e anche i nostri artigiani sono apprezzati in tutto il mondo. Ma non mancano i “furbetti”. Come riconoscere una gelateria di qualità? 

Per prima cosa, come sempre, occhio alla lista degli ingredienti! Ci sono poi alcuni dettagli che fanno davvero la differenza e ci fanno capire se siamo davanti a un gelatiere scrupoloso. 

Le vaschette dei gusti alla crema e quelle dei gelati alla frutta dovrebbero essere tenute in banchi-frigo separati, a garanzia di chi è allergico al latte. 

Ogni gusto deve essere servito con la sua spatola: l'abitudine di alcuni di utilizzare la stessa paletta porzionatrice per più gusti, immergendola in una ciotola d'acqua nel passaggio da un gusto all'altro, è una pessima idea che non fa altro che aumentare la carica microbica. 

Chi serve il gelato deve avere l'accortezza di prendere in mano il cono con un tovagliolino di carta e non deve in alcun modo maneggiare il denaro.

Coni e cialde non devono essere esposte all'aria, ma conservate in apposite teche. 

Infine, occhio a colore e consistenza dei gusti. Colori troppo accesi possono essere attraenti per gli occhi, ma non sono certo naturali (il vero pistacchio non è verde smeraldo, ma tendente al marrone...) e un'eccessiva voluminosità è indice di una quantità di aria troppo generosa.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC