Home » Spazio news

Bagnoschiuma, attenti ai tensioattivi!

28/04/2015

bagnoschiumaDa quando il bagnoschiuma ha sostituito la vecchia saponetta, siamo abituati ad associare il concetto di detersione con la schiuma: più bolle di sapone si creano e più abbiamo l'illusione di trarne benefici. È vero esattamente il contrario! Dobbiamo disabituarci a questa associazione mentale, figlia della pubblicità commerciale, e cominciare a scegliere detergenti non schiumogeni. La schiuma infatti è determinata dai tensioattivi, che sciolgono sì lo sporco, ma anche il grasso naturale della pelle, rendendola a rischio di un'eccessiva disidratazione. 

Di tensioattivi ce ne sono molti. Ultimamente due sono finiti sotto gli occhi dei riflettori, quelli indicati come SLS (sodio laurilsolfato) e SLES (sodio laurileteresolfato), ma non sono gli unici utilizzati nei prodotti più commerciali e non è possibile elencarli tutti.

Se non abbiamo tempo e voglia di leggere la lista degli ingredienti (che oltretutto non è molto semplice da consultare) possiamo tranquillamente affidarci a un indizio sicuro: se fa troppa schiuma, vuol dire che non è un detergente delicato e adatto alla pulizia quotidiana del corpo. Molto meglio affidarsi a oli detergenti o a quelli in crema, come il latte detergente (esiste anche per il corpo oltre che per il viso), non schiumogeni.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC