Home » Spazio news

Patate, meglio fredde per controllare la glicemia

05/01/2015

patateLe patate, come sostituto di un primo piatto, sono un'ottima fonte di carboidrati. Cotte in padella con un filo d'olio extravergine d'oliva, si rivelano particolarmente adatte anche a chi ha problemi di glicemia.

In questo caso, però, è meglio mangiarle dopo averle fatte raffreddare, poiché il calore è un vasodilatatore e quindi fa aumentare la superficie e la rapidità di assorbimento

Ottime come piatto unico se accompagnate da pesce, che garantisce un adeguato apporto proteico e verdura, che facilita le funzioni intestinali e contribuisce con le patate a limitare gli sbalzi glicemici. Un filo d'olio come condimento finale fornisce infine preziosi grassi insaturi.

 

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC