Home » Spazio news

Prosciutto crudo, è vero che è più digeribile?

prosciutto crudoIl prosciutto crudo ha un indice di digeribilità pari quasi al 97%. Questo perché le proteine vengono predigerite durante il processo di stagionatura.

Spesso accade, infatti, che tagliando un prosciutto crudo, ben stagionato, si osservano delle formazioni biancastre, di aspetto gessoso, composte da aminoacidi e più in particolare da tirosina e in concentrazione minore da fenilalanina.

Queste, a causa della bassa solubilità in acqua e del pH (grado di acidità) del prosciutto precipitano e cristallizzando, producono i ben noti “cristalli di tirosina”. La digeribilità del prosciutto crudo deriva quindi dal fatto di contenere molti aminoacidi liberi prontamente utilizzabili dal nostro organismo.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC