Home » Spazio news

Come difendersi dai metalli pesanti nel piatto

30/10/2014

intossicazione metalli pesantiMercurio, alluminio, cadmio, piombo, arsenico. Tutti i giorni il nostro organismo entra in contatto con questi metalli, presenti in molti alimenti, nell'acqua, nei contenitori e nelle carte che usiamo per cucinare, scaldare e conservare i cibi. 

In particolare, troviamo il mercurio nei pesci soprattutto i grandi predatori come tonno e pesce spada; il cadmio nei cereali; il piombo in frutta e verdura (ma lavando bene la buccia, si riesce a toglierne circa il 70%); l'arsenico inorganico principalmente nei frutti di mare, ma anche in acqua, caffè e cereali.

Una dieta variata è come sempre la nostra migliore alleata. Una dieta equilibrata e non monoto­na, dove si varia il tipo di frutta e verdura e si alternano i diversi tipi di pesce, consumando con moderazione pesce spada, tonno e frutti di mare, è la migliore soluzione. Ricordate poi di lavare con attenzione frutta e verdura: il lavaggio con acqua corrente aiuta a eliminare alcuni metalli pesanti che si depongono sulla superficie.

Infine, non sarebbe male aiutare il nostro organismo, e in particolare il fegato, il nostro organo depuratore, ad eliminare le “scorie” e disintossicarsi, attraverso l'uso integratori a base di glutatione, zinco, selenio e vitamine del gruppo B.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC