Home » Spazio news

Tic nervosi: come eliminarli?

10/09/2014

tic nervosiC'è chi arriccia il naso, fa le smorfie con il viso e torce il collo. Chi alza le spalle, tira su di continuo con il naso, o se ne esce con colpetti di tosse anche nei momenti meno opportuni... Cattive abitudini? Macché. Sono semplicemente alcuni esempi di tic, ovvero, in termini scientifici: contrazioni nervose involontarie. Più in dettaglio, si tratta di movimenti o gesti improvvisi, rapidi e ripetitivi, che possono riguardare qualsiasi gruppo muscolare involontario e che risultano frequenti nei momenti di stress, con la funzione di “scarico” delle tensioni. Compaiono con frequenza in età infantile e adolescenziale, quindi in età scolare e prescolare, per poi ridursi in età adulta e talvolta riapparire quando non si è poi così tanto giovani.  

Nella maggior parte dei casi la risoluzione del disturbo, il tic, è spontanea e non richiede interventi farmacologici. Tra gli interventi psicologici sono risultate importanti le tecniche di rilassamento e la terapia comportamentale, specialmente se il tic ha carattere motorio. È importante anche l'atteggiamento della famiglia, che non deve né reprimere né dare troppa importanza ai tic, perché così facendo si eviterà un aumento di ansia (specie nei bambini), che è spesso proprio la causa del tic stesso. Inutile, del resto, farli notare: sono reazioni spontanee e incontrollabili, e per farli scomparire bisogna agire a monte del problema, eliminando le cause che li scatenano.

Non esistono farmaci per curare direttamente i tic nervosi, ma poiché sono generati spesso da stress e ansia, un aiuto per attenuarli o farli sparire può venirci dai rimedi fitoterapici e naturali, come i fiori di Bach, per esempio Aspen, Walnut, Elm o White Chestnut, che alleviano paura, stress e preoccupazione nelle loro varie forme.  

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC