Home » Spazio news

Ortica, l'erba buona!

orticaLo dice già il suo nome: ortica viene dal verbo latino “urere”, che significa “bruciare”. E chi non si è mai trovato a riconoscere dolorosamente al tatto questa erba assai comune? I peli urticanti distribuiti sulle foglie si spezzano al contatto, penetrando nella pelle e iniettando l'acido formico contenuto nel loro serbatoio. Potrebbe sembrare strano usarla in cucina, ma in realtà basta raccoglierla con i guanti, dopodiché, se appassita o bollita, perde l'effetto irritante.

Si può usare per preparare deliziose zuppe, passati o risotti, ma se volete beneficiare appieno del suo effetto diuretico e depurativo, scegliete le foglie più giovani e scottatele in acqua bollente come si fa con gli spinaci, per condirle poi con olio extravergine d'oliva e limone.

L'infuso preparato con tre cucchiai di foglie tritate in una tazza d'acqua bollente è un buon antinfiammatorio e perciò utile per i dolori reumatici accompagnati da gonfiori e l'artrite.

Se volete invece una bevanda tonica e rinfrescante, frullate un po' di foglie fresche con un bicchiere d'acqua fredda e il succo di mezzo limone.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC