Home » Spazio news

Grappa, come degustarla? I consigli del sommelier

05/06/2015

grappaIn genere le grappe vengono degustate da sole, a fine pasto e sempre a piccoli sorsi. È bene precisare che i distillati non sono mai serviti e degustati come le altre bevande alcoliche, in quanto sarebbe impossibile sostenere l'assunzione di forti quantitativi di alcol senza incorrere in spiacevoli ed indesiderati effetti. Va inoltre detto che non tutti i cibi possono reggere il forte impatto con i distillati, come non tutti i vini riescono a sostenere particolari personalità dei cibi.

Detto questo… Un distillato aromatico sarà servito sempre con un cibo altrettanto aromatico. Ad esempio una Grappa Invecchiata in botte, in cui sono presenti aromi riconducibili alle spezie, verrà abbinata ad un cibo speziato, come un dessert a base di spezie e cioccolato. Una Grappa Aromatica sarà abbinata ad un dessert di frutta oppure con un semifreddo. L'abbinamento classico ed il più riuscito è sempre con il cioccolato fondente: la grappa riesce, a differenza del vino, a sostenere la forte personalità e la complessità del cioccolato.

I bicchieri utilizzati sono il piccolo tulipano e il copita di Jerez e la temperatura di servizio ottimale deve essere tra i 15-18°. Per sentire la molteplicità dei profumi, provate a porre una piccola quantità di grappa sul palmo di una mano e sfregate velocemente con l'altra; dopodiché avvicinate le mani ed odorate immediatamente.

Infine, è da ricordare che il piacere non è mai rappresentato dalla quantità ma esclusivamente dalla qualità e dagli aromi.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC