Home » Spazio news

Prugne sott’aceto al tè

21/08/2014

prugne sott'aceto al tèUn'originale preparazione che vi consentirà di conservare le prugne, tipico frutto estivo, sott'aceto, con l'aggiunta di aromatiche spezie e di tè, ingredienti che esalteranno il loro sapore e le renderanno ideali per accompagnare gli arrosti di carne. Il liquido profumato di questa conserva si può aggiungere a sughi e salse per renderli ancora più gustosi.

Ingredienti

1 kg di prugne

300 ml di aceto bianco

1 l di tè freddo (meglio se al bergamotto, tipo Earl Grey)

200 g di zucchero

20 bacche di pimento

1 bastoncino di cannella

6 chiodi di garofano

 

Preparazione

Mettete le prugne denocciolate in un contenitore (non di metallo!) con il tè freddo, coprendo e lasciando riposare per una notte. Il giorno seguente versate i frutti e il tè in una casseruola e fate sobbollire per circa 20 minuti. Quando le prugne saranno tenere, scolatele e mettetele nei vasi sterilizzati, riempiendoli fino a 2,5 cm dal bordo. Mettete l'aceto nella casseruola dove avete bollito le prugne con il tè, aggiungete lo zucchero, metà della stecca di cannella, il pimento e i chiodi di garofano e fate sobbollire mescolando, fino a ottenere uno sciroppo piuttosto denso, che verserete sulle prugne, suddividendo le spezie tra i vasi precedentemente sterilizzati.

Chiudete ermeticamente e conservate per almeno 2 settimane prima di consumarle. Una volta aperto il barattolo, si conserva in frigorifero per circa una settimana. Assicuratevi che le prugne siano sempre completamente immerse nell'aceto e quando le mettete nel barattolo, battete alcune volte il fondo sul tavolo in modo da eliminare eventuali bolle d'aria.

Copyright © Luca Sardella & Janira - Comunicando s.r.l. :: sede: Via della Giuliana 80, 00195 Roma - P.IVA 10717711005 :: powered by MuptoC